Contact UsItalian - Flavor Consortiu,Engliah Version
Italian - Flavor Consortiu,
Producers Products Italian - Flavor Consortiu, What We Do About Us
 
 
HOME
Produttori
  Diventa un Associato
  Registra Prodotti
Prodotti
  Vino
  Liquori
  Oli Vegetali
  Aceto Balsamico
  Altri Prodotti
Cosa Facciamo
  Consortium
  Forum
  Marketing e Pubblicità
NEWS
  Sorsi DiVino
  Italian Flavor Forum
  Premi e Concorsi Vinti
  Vitigni Autoctoni Italiani
  Indice Generale
Ricerca Avanzata
Chi Siamo
Contattaci
Mappa del Sito
Engliash Version
Pagina Precedente

Vini e prodotti enogastronomici italiani di qualità selezionati da:
WineCountry.IT

SEI QUI >>

Italian Flavor Forum VII
Loris Scagliarini – 24 Maggio 2007
Fotografie di L. Scagliarini, B. Solé-March

Italian Flavor Forum VII

 

La settima edizione di Italian Flavor Forum, la serie di eventi ad invito dedicati ai professionisti dell'enogastronomia che organizziamo periodicamente negli Usa, si è tenuta il 21 maggio 2007 al Museo ItaloAmericano, locato nel Landmark Building C di Fort Mason, nel cuore del distretto della Marina di San Francisco. Siamo stati fortunati col tempo che ci ha regalato una splendida giornata di sole, calda ma temperata da una piacevole brezza che ha fatto la felicità dei velisti e dei patiti di windsurf che ne hanno approfittato per divertirsi nelle acque della Baia, fra il Golden Gate Bridge e l'isola di Alcatraz.

Italian Flavor Forum V

La mostra di illustrazioni di Luisa Petruni Cellai, intitolata Terra D'Inferno e ispirate all'Inferno dantesco, ha fatto da sfondo alla manifestazione.

Italian Flavor Forum V

L'Evento

Il Museo ItaloAmericano si è dimostrato una sede perfetta per l'evento. David Jones, direttore di Grand Harvest Award, una rivista pubblicata a Santa Rosa, in California, dedicata alla direzione e manutenzione di vigneti e cantine, ha commentato che l'ambiente del museo ha aiutato gli ospiti a concentrarsi maggiormente sul vino.

Sparkling

Questa volta abbiamo presentato 58 vini , includendo tre vini spumanti bianchi ed uno rosso, 15 vini bianchi fermi, 35 rossi and quattro vini da dolci. Abbiamo diminuito il numero di vini presentati rispetto all'Italian Flavor Forum VI, volendo concentrarci sui vini che a nostro parere offrono il rapporto qualità/prezzo più favorevole. Abbiamo presentato vini provenienti dalla seguenti regioni:

White

Oltre a olio di oliva extra vergine proveniente da Toscana, Puglia, e Veneto, abbiamo presentato i gustosi paté di olive verdi e nere dal Veneto, l'Aceto Balsamico Tradizionale di Modena di Daniele Malagoli, una linea di prodotti per il corpo a base di olio d'oliva, olio di nocciole e il Centellino dell'azienda toscana TableTop.

red

Abbiamo infatti presentato ufficialmente il Centellino in California, usandolo nella mescita di tutti i vini rossi e di alcuni bianchi.

Mi sono personalmente preso lo sfizio di andare di tanto in tanto dall'altro lato dei tavoli di degustazione per offrire il Centellino test ad alcuni ospiti, versando prima vino nei bicchieri direttamente dalla bottiglia per una prima degustazione, poi usando il Centellino. Questo nuovo accessorio è fantastico nell'ossigenazione istantanea del vino. Facendo scorrere il liquido sulle pareti di purissimo vetro di Murano soffiato a mano della bolla da 100 ml e poi, con una semplice rotazione del polso, versarlo nel bicchiere, quando arriva in bocca il vino è in grado di offrire al palato tutti i propri aromi e complessità, anche se la bottiglia è stata aperta solo pochi istanti prima. Questa azione di ossigenazione immediata è risultata particolarmente evidente nel corso di una degustazione riservata alla quale hanno partecipato Melanie e Don Moffett del gruppo MDM Distribution ed i loro consociati arrivati appositamente dal Missouri, Darrin Sander del ristorante Roy's, ed un piccolo gruppo di altri professionisti del settore. Abbiamo stappato una bottiglia di Brunello di Montalcino La Togata Riserva 1999 che abbiamo degustato prima versandolo nel bicchiere direttamente dalla bottiglia e poi usando il Centellino. Tutti i partecipanti raccolti nella biblioteca del Museo, dove si e' svolta la degustazione speciale, sono rimasti fortemente impressionati dalla differenza fra la prima e la seconda degustazione, quando il vino si è rivelato aperto, mostrando il proprio carattere e complessità, come se fosse stato decantato per un paio d'ore.

red

Un'altra caratteristica del Centellino che piace moltissimo ai consumatori è il fatto che si vede che vino sta bevendo, cosa impossibile quando si usa un decanter tradizionale.

red

Un altro prodotto nuovo che abbiamo presentato per la prima volta in esclusiva negli Stati Uniti nel corso dell'Italian Flavor Forum VII è il Noccio Olio, dell'azienda agricola Piedmontese Sama s.r.l. Si tratta di un olio di nocciole puro al 100%, ottenuto dalla spremitura a freddo di nocciole crude, che producono un olio dolce e delicato, oppure di nocciole tostate, che danno all'olio un aroma e sapore più forti, decisi e persistenti.

red

Quasi tutti gli invitati coi quali ho avuto modo di parlare hanno espresso parere favorevole per la scelta della sede di questa settima edizione di Italian Flavor Forum, quindi pensiamo di proporre altri eventi presso il Museo ItaloAmericano in futuro.

red

Il parere degli invitati

Ai professionisti del settore enogastronomico intervenuti all'evento è stato cortesemente richiesto di valutare i prodotti degustati usando un punteggio in centesimi con le seguenti specifiche.
  • 95-100 = Eccellente
  • 90-94 = Molto buono
  • 80-89 = Buono
  • 70-79 = Normale
  • 50-69 = Non raccomandabile

I Best of the Show

 
Negli Usa e in Europa ricerca e prenota con sicurezza il tuo hotel su Internet.
 
Destinazione
Data check-in
Data check-out

Di seguito forniamo la lista dei prodotti che sono stati giudicati i migliori in ciascuna categoria:

Centellino
Chi fosse interessato all'acquisto dei prodotti menzionati
nell'articolo è pregato di usare i link forniti di seguito:
sparkling

Aziende e Prodotti

Di seguito forniamo l'elenco delle aziende associate e dei relativi prodotti presentati:

Loris Scagliarini


 
 
 
Home
 

Web Architect: Loris Scagliarini